Laboratorio Interattivo Manuale

L'Esperto in Classe con un Click


Lascia un commento

Io gioco, tu giochi, egli gioca… noi impariamo!!!

Abbiamo voluto raccogliere nel titolo, un sunto di questo post… infatti la parola predominante è il verbo giocare, declinato al presente, e legato ad un altro verbo importantissimo: imparare!

Ebbene sì avete capito bene! Abbiamo pensato di proporvi un gioco da tavolo ideale per ripassare e studiare i verbi divertendosi!

Quest’anno i miei ragazzi sono in quarta e hanno dovuto affrontare il difficile compito di imparare i verbi… questo gioco ci ha dato una mano notevole!

La prima volta lo abbiamo giocato a squadre, così hanno capito le regole del gioco, poi ho fatto una copia per ogni tavolo (noi siamo seduti a gruppi) e per un paio di settimane abbiamo fatto una partita al giorno… i verbi li sanno benissimo, e hanno ancora voglia di giocare!

Prossimo obiettivo? Sfidare i genitori!

Infatti questo gioco si presta bene anche per studiare e ripassare in famiglia!!!

Gli allegati contengono la base da stampare a colori o in b/n (attenzione il formato originale è in A3), e le carte da stampare su cartoncini colorati contenenti la declinazione dei verbi ausiliari e di alcuni verbi regolari delle tre declinazioni. È stato preso in esame il solo Modo Indicativo.

SCOPRITE COME GIOCARE:

 

TUTTI GLI ALLEGATI

Vi consiglio, se ne avete la possibilità, di plastificare il tabellone!

 


Lascia un commento

Una lettura… animata!

La settimana scorsa abbiamo affrontato il discorso sulle “Teorie e pratiche di animazione alla lettura“.

A questo proposito, abbiamo pensato di proporre un’attività… di lettura.

Protagonista del video che segue, è la voce che narra la storia di un lupo e una capretta che si incontrano in una capanna “In una notte di temporale”, questo è anche il titolo del libro, scritto da Yuichi Kimura. Questa storia è un ottimo spunto per parlare delle paure, della diversità e delle somiglianza, dell’amicizia senza pregiudizi!

L’insegnante proporrà  il video:

Potrà seguire un lavoro di comprensione che potrà essere a voce o per iscritto:

– Dove si incontrano il lupo e la capretta?

– Chi arriva per primo nella capanna?

– Perchè la capretta crede che il lupo sia una capretta?

– Come mai il lupo non riconosce la capra?

– Dove abita il lupo?

– Dove abita la capra?

– Cosa mangia il lupo?

– Cosa mangia la capra?

– Quando i due protagonisti capiscono di essere molto simili?

– Qual’è la parola d’ordine per incontrarsi di nuovo il giorno seguente?

Potrà seguire anche una parte di produzione personale:

Prova a immaginare cosa accadrà il giorno dopo quando il lupo e la capretta si incontreranno. Prova a scrivere il dialogo tra i due.

… a questo punto … sento i commenti dei miei alunni: “Ma che pizza!!!” e “Per favore maestra risparmiaci questa storia e tutto il lavoro collegato!!!”

Quindi direi di rivedere un po’ la proposta…

Dividerei la classe in 5 gruppi. A sorteggio decreterei l’ordine di risposta degli alunni (in questo modo tutti dovranno parlare),  poi porrei le precedenti domande mettendo un tempo (3 minuti) per la consultazione del gruppo. Allo scadere del tempo ogni gruppo dovrà dare la sua risposta. Assegnerò 3 punti a ogni squadra che risponderà correttamente e 0 punti a chi sbaglia.

Vi potrà tornare utile un timer digitale da LIM!

Per quanto riguarda il lavoro di produzione… dividerei i ragazzi in coppie. Assegnerei a ognuno dei due un ruolo e gli chiederei di lavorare in coppia per scrivere il dialogo.

Poi,  farei loro impersonare i due personaggi e mettere in scena il dialogo davanti alla classe! (Non escluderei l’uso di una telecamera per documentare l’attività)

Sarebbe molto carino realizzare questo lavoro anche con delle marionette… così abbiamo pensato di proporvi due video in cui si realizzano due marionette da dita del lupo e della capretta. (Se stampate il cartamodello ingradito in A3 potete realizzare anche la marionetta da mano!)

Se volete costruire anche il teatrino… seguite le istruzioni di Art Attack!!!


Lascia un commento

APRENDO – APPRENDO: Lapbook “LA GRAMMATICA” II parte

Martedì è uscito il video di presentazione sul Lapbook dedicato alla grammatica.

Da oggi è possibile vedere come montare la cartelletta contenitore:

 

e come piegare i minibook:

 

Ecco i primi allegati:

I template (carta modelli) sono presenti secondo questi formati:

SCHEDA TECNICA CARTELLETTA

COPERTINA

SCHEDA TECNICA MINIBOOK IL NOME

SCHEDA TECNICA MINIBOOK L’ARTICOLO

SCHEDA TECNICA MINIBOOK IL VERBO

SCHEDA TECNICA MINIBOOK L’AGGETTIVO

SCHEDA TECNICA MINIBOOK PREPOSIZIONE – CONGIUNZIONE – ESCLAMAZIONE   Nuovo!!!

SCHEDA TECNICA MINIBOOK AVVERBIO    Nuovo!!!

SCHEDA TECNICA MINIBOOK PRONOME    Nuovo!!!

 

 

Attenzione!

La prima pagina dei Minibook va stampata applicando il comando “adatta la pagina”.

La seconda pagina va stampata applicando il comando “dimensione effettiva”.

 


Lascia un commento

APRENDO – APPRENDO: Lapbook “LA GRAMMATICA”

Come già anticipato, prosegue il viaggio nel mondo dei Lapbook!

Questa settimana tocca alla classe 4^ con un Lapbook della linea Aprendo-Apprendo dedicato alla grammatica!

Argomento, questo, piuttosto complesso e difficile da sintetizzare in un unico lapbook. Per questo motivo abbiamo pensato a una cartelletta piegata a fisarmonica che contiene al suo interno tanti minibook monografici estraibili. Questi minibook fungono da mappa concettuale e descrivono nel particolare il nome, l’articolo, il verbo, gli aggettivi, i pronomi, gli avverbi, e tutte le parti della grammatica che si trovano sotto la dicitura di morfologia!

Scopri il Lapbook guardando il video di presentazione!

 

I template (carta modelli) sono presenti secondo questi formati:

SCHEDA TECNICA CARTELLETTA

COPERTINA

SCHEDA TECNICA MINIBOOK IL NOME

SCHEDA TECNICA MINIBOOK L’ARTICOLO

SCHEDA TECNICA MINIBOOK IL VERBO

SCHEDA TECNICA MINIBOOK L’AGGETTIVO

Attenzione!

La prima pagina dei Minibook va stampata applicando il comando “adatta la pagina”.

La seconda pagina va stampata applicando il comando “dimensione effettiva”.

.

PROSSIMAMENTE:

SCHEDA TECNICA MINIBOOK PREPOSIZIONE – CONGIUNZIONE – ESCLAMAZIONE

SCHEDA TECNICA MINIBOOK AVVERBIO

SCHEDA TECNICA MINIBOOK PRONOME


Lascia un commento

BUONE PRATICHE… concorso Willy 2014!

Quest’anno sono in quarta e stiamo ripassando velocemente l’ortografia… che fa sempre bene!

Ieri avevo deciso di lavorare sulle doppie, così ho acceso la LIM e iniziato la lezione*, i bambini erano intenti a leggere e così, quando hanno alzato lo sguardo, si sono trovati davanti questa schermata:

willy

Subito incuriositi hanno lasciato da parte il libro che stavano leggendo (cominciamo sempre così la giornata… io faccio i buoni e compilo il registro e loro leggono 5-6 pagine del libro che hanno sotto il banco).

Man mano che l’indovinello si dipanava…

willy 4willy 5

l’incredulità e la partecipazione aumentavano…

arrivati di nuovo alla domanda

willy 2

erano disperati, così abbiamo guardato di nuovo l’indovinello, questa volta nella sua interezza:

willy 3

A questo punto hanno chiesto un aiuto, così gli ho suggerito di non fissarsi sul significato delle parole, che era fuorviante, ma di pensare alle parole per come erano…

dopo 5 minuti di congetture hano chiesto un’altro aiutino, così ho detto loro di provare a leggere l’indovinello così:

Willy è nel sasso, ma non è nella pietra, è nella forchetta e nel coltello ma non è nella posata…

Finalmente hanno indovinato che si trattava delle DOPPIE!

A questo punto abbiamo evidenziato tutte le doppie, e abbiamo cercato di capire cosa rendeva l’indovinello fuorviante.

La conclusione è stata che il fatto che le frasi contenessero dei controsensi distoglieva l’attenzione. A questo punto ci siamo divisi in gruppi e ogni gruppo ha provato a inventare 6-7 Willy diversi.

Poi li abbiamo riportati alla lavagna e analizzati, corregendo quelli che non centravano perfettamente il modello dell’indovinello, ad esempio abbiamo corretto: Willy è pappagallo ma non è colorato con Willy è pappagallo ma non è volatile.

Poi abbiamo votato le 8 migliori e le abbiamo riportate sulla scheda sul quaderno.

Non contenti abbiamo deciso di fare un cartellone con le nostre frasi e di indire un concorso.

Una volta preparato il cartellone, siamo andati nella classe parallela e in quinta e abbiamo spiegato le regole del concorso:

– SCADENZA CONCORSO: 1 settimana di tempo

– MODALITÁ: inserire nell’apposita scatola un foglietto con la risposta esatta e il proprio nome

– PREMIO: 1 cioccolatino a tutti quelli che indovinano

Alla fine della giornata anche le bidelle si stavano arrovellando sul questito… chissà come andrà a finire?!! ^_^

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

SE VOLETE INDIRE IL CONCORSO ANCHE VOI…. ECCO TUTTI I MATERIALI:

SCHEDA TECNICA PER L’INSEGNANTE

SCHEDA ALUNNO

ANTEPRIMA LEZIONE PER LA LIM

FILE PER LA LEZIONE INTERATTIVA PER LAVAGNA LIM*

*ATTENZIONE!!! Laboratorio Interattivo Manuale usa il programma ActivInspire della piattaforma Promethean Planet.  Altre INFO.